I retroscena della trattativa lampo tra Barcellona e Paris Saint Germain per la cessione di Rafinha


Il passaggio di Rafinha al Paris Saint Germain, ufficializzato nella tarda serata di ieri, è stato probabilmente il colpo più inaspettato dell’ultima giornata di mercato. L’interesse del club francese nei confronti del trequartista brasiliano si è palesato solamente nel pomeriggio di ieri, dando vita ad un’operazione lampo che ha liberato il calciatore del contratto con il Barcellona, dopo tanti prestiti in giro per l’Europa.

Ebbene sì, perché il Paris Saint Germain è riuscito ad acquistare a titolo definitivo il cartellino del brasiliano. Come raccontato dal Mundo Deportivo, nessuno aveva previsto prima di quel momento la mossa della dirigenza francese, specialmente lo stesso Rafinha. Il calciatore, infatti, si era già rassegnato all’idea di dover rimanere un’altra stagione al Barcellona da riserva di lusso, per portare a termine il suo contratto nel giugno 2021 ed essere libero di poter firmare per qualsiasi altro club.

La trattativa tra Barcellona e Paris Saint Germain, portata avanti esclusivamente nel pomeriggio di ieri, ha cambiato drasticamente il destino del brasiliano. L’accordo, favorito anche dalla volontà del club catalano di volersi liberare di Rafinha, è così arrivato senza grossi intoppi, ma a cifre nettamente inferiori rispetto al valore universalmente riconosciuto del ragazzo. Il calciatore è stato infatti acquistato dai francesi per 3 milioni di euro di bonus, più il 35% sulla futura rivendita nelle mani del Barcellona.

Tags