Rapinata la villa di Cristiano Ronaldo a Madeira


Nel giorno in cui Cristiano Ronaldo si preparava ad un’emozionante amichevole internazionale tra il suo Portogallo e la Spagna dei mille ricordi, dei ladri hanno fatto irruzione nella villa di proprietà del fenomeno portoghese che si trova a Funchal, sua città natale. La polizia sta investigando in queste ore per riuscire a risalire all’autore del furto. Secondo quanto riferito da Diario de Noticias, sarebbe stato un familiare dell’attaccante della Juventus ad avvisare le forze dell’ordine mercoledì mattina.

L’ipotesi più gettonata in queste ore in Portogallo è che i ladri si siano introdotti all’interno della villa utilizzando la porta del garage, lasciata presumibilmente aperta da un membro del personale. La villa, acquistata da Cristiano Ronaldo nel 2015 nell’isola di Madeira, conta ben sette piani al proprio interno, due piscine dalle dimensioni olimpiche e un campo di calcio, all’interno della quale vivono stabilmente la madre Dolores Aveiro e il fratello maggiore Hugo.

Al momento, però, non è noto sapere se al momento dell’irruzione all’interno della villa da parte dei ladri, fossero realmente presenti i familiari del campione portoghese. Ad ogni modo, uno degli autori della rapina è già stato identificato grazie alle immagini prodotte dalle registrazioni delle telecamere che circondano la villa. Si tratta di un volto già noto alla famiglia di Cristiano Ronaldo, attualmente ricercato dalle forze dell’ordine dopo la fuga. Tra gli oggetti sottratti, si segnala una maglia della Juventus autografata dal calciatore.