Cicinho: “Al Real Madrid ero felice, poi ho perso la passione. Sergio Ramos? Bisogna rinnovargli il contratto”


Si è conclusa da qualche anno l’esperienza di Cicinho nel mondo del calcio. Tornando a guardare indietro, però, l’ex terzino brasiliano può vantare ad oggi dei ricordi incredibili grazie ad esperienze che gli hanno lasciato tanto sia dal punto di vista umano che sportivo. L’avventura che più di ogni altra lo ha forgiato, però, non può che essere quella trascorsa nel biennio al Real Madrid, la primissima in Europa dopo aver lasciato l’Atletico Mineiro da grande promessa del calcio verdeoro. Nell’intervista concessa ai microfoni di Radio Marca, Cicinho ha rivissuto proprio quegli anni, raccontando dell’amicizia stretta soprattutto con Zinedine Zidane e Sergio Ramos all’interno dello spogliatoio madrileno.

Queste le parole del brasiliano che poi si sbilancia sul rinnovo del capitano del Madrid: “Ero molto felice quando giocavo nel Real Madrid. Era un sogno che si compiva. Non mi è mai interessato diventare una stella del Real Madrid, volevo solo giocare a calcio. Ma ho avuto dei problemi e alla fine ho perso la passione per questo gioco. Dei compagni avuti ho appreso molto da Zidane e Sergio Ramos. Nello spogliatoio ridevamo tanto ed eravamo amici. Il rinnovo di Sergio Ramos? Dico che dovrebbe continuare a giocare nel Real Madrid, è diventato il patrimonio di questa squadra ed è un calciatore incredibile. Bisogna rinnovargli il contratto”.