Svolta in Spagna: stadi riaperti al 100% della capienza dalla prima giornata di Liga


In Spagna è liberi tutti, e lo è davvero. Questo, quantomeno, per quanto riguarda gli stadi e la prossima edizione de la Liga, che prenderà il via ad agosto 2021. Questa mattina, infatti, le autorità iberiche hanno deciso di abrogare l’articolo 15.2 della normativa nazionale anti-Covid: quell’articolo, insomma, nel quale erano previsti, tra le altre cose, i limiti alla capienza degli stadi di calcio e degli impianti di basket. La traduzione – spicciola – è che la Spagna si presenterà ai nastri di partenza delle prossime competizioni nazionali con le arene completamente aperte.

Questa, almeno, è la linea che la Spagna intende perseguire dall’inizio: e del resto la conferma è arrivata anche dal Ministero della Salute spagnolo, che si attesta sulla stessa lunghezza d’onda. Resta solamente da capire come evolverà la disciplina della capienza degli stadi, anche in considerazione del fatto che sarà a cavallo dei mesi di settembre e ottobre che, probabilmente, si avrà la controprova dell’effettiva efficacia della campagna vaccinale che in tutta Europa sta andando avanti da mesi.