I segreti del Granada che prova a far paura anche al Manchester United


Domani, contro il Manchester United, il Granada vivrà un’altra tappa del suo entusiasmante cammino continentale: al debutto in Europa League, la formazione spagnola è riuscita ad arrivare sino ai quarti di finale ed ora non ha intenzione di fermarsi, nonostante l’ostico scoglio che troverà di fronte ai quarti di finale.

La formazione allenata da Diego Martínez Penas è attualmente nona in campionato, ma ha raccolto solamente tre punti nelle ultime quattro uscite. In Europa League, invece, ha chiuso al secondo posto il girone con PsvPaok ed Omonia Nicosia, per poi superare il Napoli ai sedicesimi ed il Molde agli ottavi.

Ma quali sono i segreti del Granada? La squadra di Penas gioca un calcio molto aggressivo, cercando spesso i lanci lunghi ed i tiri dalla distanza. Le statistiche mostrano infatti come la formazione sia nelle ultime posizioni per il possesso palla fra le squadre di Liga, con una media del 43.9% a partita.

I limiti riguardano soprattutto la fase difensiva, che rendono il Granada una delle compagini che concede più conclusioni dalla distanza in tutto il campionato spagnolo.

Il Manchester United dovrà tenere d’occhio soprattutto il sempreverde Roberto Soldado, capocannoniere della formazione con sei reti, oltre a Luis Suarez (solo omonimo del calciatore dell’Atletico) secondo nella classifica marcatori con cinque gol all’attivo. In mediana, inoltre, nel corso della stagione si sono messi in mostra Luis Milla e Yangel Herrera, autori di un ottimo campionato.

LA PROBABILE FORMAZIONE DEL GRANADA:

GRANADA (4-2-3-1): Silva; Vallejo, Sanchez, Duarte, Diaz; Gonalons, Herrera; Kenedy, Molina, Puertas; Soldado..

Tags