Insulti razzisti a Diakhaby, duro comunicato del Valencia: “Persa l’occasione per chiedere scusa”


La scorsa giornata de LaLiga è stata caratterizzata dalla polemica suscitata dal calciatore del Valencia Mouctar Diakhaby, che ha accusato il giocatore del Cadice Juan Cala di aver rivolto insutli razzisti nei suoi confronti. Quest’ultimo ha negato, ma la società non crede alla sua versione ed ha diramato un duro comunicato.

Di seguito il testo: “Il Valencia CF deplora profondamente le dichiarazioni del giocatore del Cadice, Juan Cala, che nega di aver pronunciato un grave insulto razzista nei confronti del nostro calciatore, Mouctar Diakhaby, durante la partita giocata domenica scorsa.

Juan Cala ha perso una grande opportunità, poteva riconoscere l’errore e chiedere scusa. Invece, ha attaccato Diakhaby e altri membri del Valencia CF.   

Il Valencia CF crede totalmente alla versione del suo calciatore e conferma il suo sostegno. Dopo le minacce di Juan Cala nella sua conferenza stampa di martedì 6 aprile il club, il suo presidente Anil Murthy e il giocatore Mouctar Diakhaby mantengono intatta la loro profonda convinzione di dover combattere sul tema. Il Valencia CF non smetterà di lottare per il miglioramento dei regolamenti e la lotta al razzismo nel calcio”.

Tags