Alla scoperta di… Pedri: il nuovo talento del Barcellona accostato a Iniesta


Dopo aver perso un carico di qualità impressionante a centrocampo con gli addi di Xavi e Iniesta, il Barcellona sta faticosamente cercando costruire una mediana all’altezza degli interpreti del passato. Un primo tassello era già arrivato la scorsa stagione con l’acquisto di Frankie de Jong, l’olandese ex Ajax che soprattutto quest’anno sta facendo grandi cose. Ma in realtà, sempre nell’estate del 2019, il club blaugrana aveva investito 20 milioni di euro per una giovane promessa semi sconosciuta del Las Palmas che sarebbe sbarcata in Catalogna solo un anno più tardi.

Si tratta di Pedri, centrocampista del Barcellona classe 2002 già accostato a Iniesta per la grande capacità di andare in verticale e di attaccare gli spazi in avanti. Un ragazzo che già dopo poche settimane si era preso una maglia da titolare ricevendo la fiducia di Koeman, un centrocampista che parla lo stesso linguaggio di Leo Messi e che vedremo infatti nel prossimo Europeo nell’elenco dei convocati di Luis Enrique per la Spagna. Cresciuto nelle giovanili del Las Palmas, sembra invece un prodotto della cantera blaugrana per le grandi capacità tecniche palla al piede, specialmente nel suo punto forte: passaggi e assist ai compagni.

Lo stesso Iniesta pochi mesi fa aveva consacrato definitivamente il talento di Pedri: “E’ evidente che Pedri ha tanto potenziale. Credo che sia al posto giusto per continuare a crescere, per far esplodere le sue virtù. Gli auguro tutto il meglio e l’importante è che stia tranquillo, che la gente lo lasci tranquillo, perché è giovane ed ha una carriera davanti, sicuro che se fa le cose per bene sono convinto che e so che è un ragazzo molto preparato, sa cosa deve fare e si diverte giocando. Credo che la differenza è che quando lui esce in campo, ha un feeling con la palla e non sembra che abbia 18 anni. Per questo l’importante è che continui a crescere, perché sicuramente avrà un grandissimo futuro al Barça”.